Affittavano casa ai trans al «lavoro»

I carabinieri della Compagnia Roma Eur hanno arrestato tre romani con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nonché per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I due erano in compagnia di due transessuali brasiliani nel quartiere Casilino. Dalle risultanze delle indagini i due mettevano a disposizione dei clandestini dediti alla prostituzione l’appartamento che veniva utilizzato come una casa di appuntamento ed effettuavano anche un servizio taxi con le proprie auto, accompagnandoli lungo le vie della capitale dove esercitavano la loro professione.I due extracomunitari sono stati arrestati perché trovati non in regola con la legge sull’immigrazione.