Affittopoli, indagine per truffa e abuso d'ufficio

Il pm ha aperto un fascicolo a carico di ignoti. Intanto indagano anche la Guardia di Finanza e la corte dei Conti: tra gli affittuari ci sarebbero anche alcuni magistrati

Milano - Il procuratore aggiunto, Alfredo Robledo e il pm, Maurizio Romanelli, hanno aperto un fascicolo di inchiesta a carico di ignoti con le accuse di truffa aggravata ai danni dello Stato e abuso d’ufficio in relazione all’assegnazione delle case a privati da parte di enti pubblici: non solo degli immobili del Pio Albergo Trivulzio, ma anche del Policlinico, dell’istituto Golgi Redaelli e dell’Aler. Nei prossimi giorni, la Guardia di finanza acquisirà documenti utili alle indagini. Parallelamente e in accordo con la procura, sta effettuando degli accertamenti anche la Corte dei Conti. Tra gli assegnatari di alcune case ci sono anche dei magistrati. Spetterà alla procura valutare se, anche in questi casi, si possano configurare i reati di abuso d’ufficio e truffa aggravata ai danni dello Stato.