Un Affleck graffiante mette a nudo Hollywood

Troppo occupata a rincorrere Clooney o Penn la critica italiana che tutto giudica con albagia sinistrorsa, perde le occasioni migliori, come ne Il diario di Jack, commedia agrodolce, intelligente e veloce, sul mondo dello show business. Importante agente di Hollywood, Jack è circondato da postulanti in malafede, da mogli fedifraghe, da colleghi inetti e da una pseudogiornalista che gli ha rubato il diario dove sono appuntati segreti inconfessabili. Un eccentrico psicologo è il suo indisponente guru, cui John Cleese dona un sarcasmo british di alto livello. Infine tutte le tessere del mosaico si sistemano. Ricco di battute felici, interpretato con la giusta misura da Ben Affleck, Il diario di Jack è stato girato nel 2004 e poi messo in castigo.
IL DIARIO DI JACK di Mike Binder (Usa, 2005 ) con Ben Affleck. 96 minuti