Affluenza record sulle piste da sci

Tutto esaurito a Monte Livata e Campo Staffi. Gli operatori: «Servono, però, le infrastrutture»

Monte Livata da record. Affluenza di turisti superiore ad ogni previsione, quella registrata ieri nel comprensorio della stazione sciistica di Monte Livata, dopo che già nel venerdì dell’Epifania si erano contate ben tremila presenze. La neve ha richiamato, infatti, circa cinquemila appassionati di sci e snowboard lungo le 5 piste della discesa di Monna dell’Orso e di Campo dell’Osso, così come sulle piste meno impegnative di Livata-Bandita. Insomma, divertimento assicurato per tutti: dai bambini con slittino ai gruppi di famiglie e ragazzi. Tutto esaurito anche nei ristoranti e negli altri esercizi commerciali della «Montagna della Capitale», come viene ormai definito Monte Livata, tanto da far dire a Cristiano Orlandi, dell’Hotel Italia, di «aver visto tanta gente solo poche volte in passato». Molto lavoro anche nei residences, per i tanti appartamenti presi in affitto in occasione delle festività natalizie, cui si è aggiunta la riapertura di gran parte delle ville presenti nella località, e per gli operatori della Provincia di Roma,impegnati per le nevicate dei giorni scorsi ad assicurare condizione di perfetta percorribilità dei 12 chilometri della strada di collegamento con Subiaco. E pienone nel weekend pure sulle piste di Campo Staffi. Oltre duemila patiti della neve hanno preso d’assalto sin dalle prime ore del mattino di ieri la stazione sciistica all’estremo nord della Ciociaria, nel comune di Filettino. Tanti romani e ciociari hanno approfittato della giornata di sole per «tuffarsi» sulla neve soffice della località al confine con l'Abruzzo, dove l’Iti (la società che gestisce le piste da sci) ha messo in funzione tutti gli impianti di risalita. «Siamo soddisfatti - commenta il presidente Iti Dino Santucci - il nuovo anno sta portando ottimi risultati». Buona affluenza anche a Campocatino, dove sono entrati in funzione tre impianti di risalita. Ora, però, si attendono gli interventi di sistemazione della strada provinciale da Fiuggi a Campo Staffi. Esiste un progetto che prevede un investimento da un milione e mezzo di euro, ma i lavori, che dovevano partire già da diversi mesi, sono ancora al palo.