«Affrontare i problemi»

Parlano malvolentieri o non rispondono. Dopo i disordini in Chinatown, e soprattutto ora che si parla di spostare le attività all’ingrosso, i pochi cinesi che accettano di parlare cercano il dialogo. «Molti connazionali hanno difficoltà a comunicare con gli italiani ma è fondamentale affrontare insieme i problemi del quartiere». Arrivato in Italia 7 anni fa, Filippo Chen è innamorato della nostra architettura. «All’inizio lavoravo e basta - dice -. Solo da poco ho iniziato a viaggiare in Italia». Ha ancora qualche difficoltà con la lingua ma non si arrende e si aiuta con un minitraduttore elettronico.