Afghanistan, attacco kamikaze in una base Usa Tre morti, tra cui una bimba di 3 anni, 100 feriti

Alla vigilia dell'undici settembre nuovo attacco terroristico dei talebani contro una base avanzata
statunitense a Sayed Abad, nella provincia di Wardak, nel centro dell’Afghanistan. Il kamikaze si è fatto esplodere all'interno di un camion imbottito di esplosivo. Feriti 77 soldati Usa

Kabul - Il terrorismo torna a farsi sentire, in Afghanistan, scegliendo di colpire proprio alla vigilia del giorno in cui, l'America e il mondo, ricordano la strage dell'undici settembre. È di almeno tre morti e cento feriti il bilancio dell’attentato compiuto ieri con un camion bomba contro una base avanzata statunitense a Sayed Abad, nella provincia di Wardak, nel centro dell’Afghanistan. Lo hanno riferito fonti della Nato, spiegando che almeno 77 militari dell’alleanza, per la maggior parte statunitensi, sono rimasti coinvolti nell’esplosione. I talebani hanno rivendicato l’attacco.

L'esplosione Ancora una volta è entrato in azione un kamikaze. Si è fatto esplodere "all'interno di un mezzo pesante imbottito di esplosivo all’ingresso di una postazione avanzata a Sayed Abad, nella provincia di Wardak", ha confermato un comunicato della Nato. E' una bambina di tre anni una delle due vittime civili dell'attacco suicida.