Afghanistan, bomba uccide 10 civili a Kandahar

Al passaggio di un minibus un ordigno è esploso uccidendo 10 persone. Intanto il presidente Karzai condanna la strage di ieri, mentre la coalizione a comando Usa apre un'inchiesta sull'episodio in cui avrebbero perso la vita 76 persone

Kabul - Almeno dieci civili afghani sono rimasti uccisi quando un’autobomba è esploso al passaggio di un minibus su cui viaggiavano nel sud dell’Afghanistan. Lo si apprende da fonti della polizia. L’esplosione è avvenuta a 20 km da Kandahar e non è stata ancora rivendicata. "Una bomba nascosta nell’autostrada che da Kandahar va a Kabul - ha dichiarato il capo della polizia afghana - è scoppiata questa mattina al passaggio di un minibus uccidendo dieci persone, tra cui due bambini, e ferendo quattro persone". Sempre oggi sono stati uccisi una ventina di taleban in vari scontri mentre a sud di Kandahar un giudice e suo figlio di 14 anni sono stati uccisi da due uomini armati che poi sono fuggiti in moto.

La strage di civili Il presidente afghano, Hamid Karzai, ha condannato l’uccisione ieri di 76 civili, 50 dei quali bambini, in un bombardamento della coalizione internazionale a guida Usa, parlando di "martirio", mentre da parte sua la coalizione (Enduring Freedom), che finora ha negato la morte di civili, parlando solo dell’uccisione di "30 insorti", ha reso noto di aver aperto un’inchiesta sull’ accaduto. Karzai in un comunicato ha parlato del "martirio di più di 70 innocenti, per lo più donne e bambini" mentre il ministero dell’interno afghano ha specificato che delle 76 vittime 50 erano bambini di meno di 15 anni, 19 donne e sette uomini. Le fonti indipendenti che hanno comunicato il bilancio dell’ attacco della coalizione nel distretto di Shindand, fatto proprio dal governo di Kabul, non sono state ancora confermate ufficialmente e la zona colpita è remota e di difficile acceso. Il ministero dell’interno ha comunque inviato una delegazione sul posto per un sopralluogo nell’ambito dell’inchiesta. "Tutte le accuse concernenti vittime civili - recita un comunicato di Enduring Freedom - sono state prese molto sul serio. Le forze della coalizione fanno tutto ciò che possono per evitare la perdita di vite innocenti. È stata aperta un’inchiesta" dice ancora la nota della coalizione.