Afghanistan, feritoun militare italiano

Un ordigno "artigianale" è esploso a circa 10 km da Bala Murghab, nell'ovest del Paese, ferendo in modo non grave un militare italiano

Un militare italiano è rimasto lievemente ferito da un ordigno improvvisato, detto in gergo tecnico "Ied" (Improvised explosive device), nell’ovest dell’Afghanistan. Il soldato, che ha già informato i familiari telefonicamente, è stato colpito verso le 15.05, le 11.35 in Italia. Stava partecipando - secondo quanto riferisce il portavoce delle forze italiane in Afghanistan in un comunicato - a un’operazione congiunta con le forze di sicurezza afghane (ANSF). Al momento dell'esplosione era a piedi.

L’incidente è avvenuto a circa 10 chilometri a nord di Bala Murghab, nell’ovest del Paese, in un villaggio nei pressi della COP (Combat Out Post) "Mono", avamposto nel settore Nord dell’area di responsabilità italiana, ha precisato il portavoce nella nota. Sul luogo sono intervenuti immediatamente i soccorsi che hanno trasferito il militare in elicottero alla Fob (Foward Operating Base) "Columbus", sede del 151esimo Reggimento "Sassari".