Afghanistan, i talebani rapiscono 23 sud-coreani

Kabul - Nuovo sequestro di stranieri in Afghanistan. I guerriglieri talebani hanno rapito 23 sud-coreani e due tedeschi, minacciando di liberare questi ultimi solo se la Germania ritirerà le sue truppe. Lo ha annunciato un portavoce, Yousuf Ahmadi, in collegamento telefonico da una località sconosciuta. «Tra i sud-coreani, ci sono tre uomini e 15 donne», ha detto, che «sono con i talebani e stanno bene: sono sottoposti a interrogatorio e quando sarà finito, il consiglio dei talebani deciderà la loro sorte». Quanto ai tedeschi, ha aggiunto, saranno liberati solo quando il governo di Berlino avrà richiamato le sue truppe e saranno stati liberati tutti i guerriglieri talebani detenuti nelle carceri afghane. Secondo un rappresentante dell'ambasciata della Sud Corea, i 23 volontari (fra cui 18 donne) erano in visita all'ospedale di Kandahar su invito di una ong. La Tv al Arabiyah rifericse da ambienti vicini ai talebani del "rischio che i rapiti siano accusati di essere giunti in Afghanistan per diffondere il cristianesimo".