Afghanistan, l’Italia va in guerra di nascosto

I militari italiani in Afghanistan «andranno al sud». Il ministro della Difesa del governo Karzai, Abdul Rahim Vardak, ha alzato il velo sull’effettivo ruolo del contingente italiano: «Siamo contenti - ha dichiarato - che le forze italiane prendano parte all’operazione Isaf nel sud dell’Afghanistan». Che vuol dire andare a combattere. Imbarazzo nel governo con il ministro Parisi chiamato da Rifondazione a «chiarire le ambiguità. E gli 007 lanciano l’allarme: contro i nostro soldati rischi crescenti di attentati suicidi.