Afghanistan, uccisi 4 francesiE Sarkozy ora sospendetutte le operazioni militari

L'aggressore, un militare afgano, ha aperto il fuoco contro i soldati francesi appartenenti alla missione Isaf della Nato. Ferite almeno altre 16 persone. Parigi ora valuta il ritiro delle truppe dal Paese

Quattro soldati della Nato sono stati uccisi questa mattina in Afghanistan da un militare afgano nell'est del Paese, che ha aperto il fuoco contro una truppa francese appartenenti alla missione Isaf. Almeno altri 16sono stati feriti, mentre l'omicida è stato arrestato. Per ora non ci sono state rivendicazioni, anche se si pensa che i mandanti dell'attentato siano talebani.

In seguito all'accaduto, la Francia ha deciso di sospendere le operazioni militari nel Paese "per motivi di sicurezza". E Parigi starebbe valutando anche il ritiro delle truppe dall'Afghanistan. A Kabul è andato il ministro della Difesa francese, Gèrard Longuet, il ministro degli Esteri, Alain Juppé e il capo di Stato maggiore delle Forze armate, che ha commentato: "Non posso accettare che dei soldati afghani uccidano soldati francesi. L’esercito francese è in Afghanistan al servizio degli afghani contro il terrorismo e contro i talebani".