Afragola, rapinata in casa Pugni e calci: uccisa donna

Una coppia di pensionati sono stati picchiati, legati e imbavagliati nella loro casa. I malviventi, in due, a volto coperto, hanno ucciso la donna, Teresa Luongo. Ferito il marito, che ha dato l'allarme

Napoli - Morta per le percosse. Le botte dei rapinatori in casa sua. Una donna di 68 anni è morta la scorsa notte ad Afragola dopo essere stata picchiata da due banditi che erano penetrati nella sua abitazione per una rapina. Il marito è ferito in maniera non grave ed è ricoverato in ospedale. La vittima, Teresa Luongo, è morta in casa. Il marito, Vincenzo Funicola, di 69 anni, è riuscito a liberarsi e ha dato l'allarme.

La rapina Due malviventi sono entrati nell’abitazione della coppia, al primo piano, in via Lucania, salendo su un palo della luce e forzando una porta-finestra. Poi gli assassini hanno colpito, molto probabilmente a pugni, sia la donna sia il marito. Secondo i primi accertamenti eseguiti dai carabinieri del comando provinciale di Napoli, coordinati sul posto dal colonnello Gaetano Maruccia. Una volta all’interno, i rapinatori hanno legato i due anziani su due poltrone, imbavagliandoli. E forse per costringerli a parlare, hanno iniziato a colpirli violentemente. Poi hanno messo a soqquadro l’abitazione, alla ricerca di denaro e di oggetti preziosi. Dopo aver consumato il colpo, i ladri si sarebbero allontananti sempre scendendo dal palo della luce e lasciando, però, tracce sia all’interno dell’abitazione sia sul balcone.

L'allarme È stato lo stesso anziano a far scattare l’allarme. L’uomo, un fruttivendolo ambulante in pensione da qualche anno, una volta che si è liberato è corso ad avvertire l’unica sua figlia, Maria, che abita a poche decine di metri dalla palazzina dove si era consumata la tragedia. Funicola è ricoverato nell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. L’uomo, pur essendo stato picchiato duramente, non ha riportato gravi ferite, ma è sotto choc. E ha detto di non poter riconoscere i ladri che hanno agito a volto coperto. La casa in cui è avvenuto il delitto si trova a pochissima distanza dal rione Salicelle di Afragola, dove c’è un’altissima concentrazione di residenti appartenenti al mondo della criminalità.