«Agenti allo stadio? Si sguarnisce la città»

Il vicesindaco Riccardo De Corato non ci sta. Non può pensare che tutte le domeniche la sicurezza dei cittadini sia messa a rischio per una partita di calcio. «Non è più pensabile che alla domenica un’intera città rimanga completamente sguarnita - ha commentato ieri durtante la commissione consiliare congiunta Sport e Sicurezza - sul piano della sicurezza perché tutte le forze dell’ordine sono convogliate a San Siro». Sottile allusione alla ripetute richieste del sindaco Letizia Moratti per avere più uomini in città, richieste ignorate da Roma fino, almeno, a questo momento. Invece di aspettare il governo, De Corato indica la soluzione, già prospettata dall’ex assessore allo Sport, Aldo Brandirali: «Privatizzare gli stadi che dovrebbero accollarsi interamente i costi per la sicurezza, straordinaria e ordinaria - ha sottolineato il vicesindaco -. Non è il Comune che deve pagare la manutenzione del Meazza». De Corato si è dichiarato molto preoccupato da quello che sta succedendo nel mondo giovanile: «I ragazzi che frequentano gli stadi sono quelli che fanno le risse fuori dalle discoteche, come di recente è successo a Milano. Bisogna interrogarsi su quello che sta succedendo ai nostri giovani».