«Agevolazioni per i commercianti e una pausa nel periodo natalizio»

Un ticket «decisamente migliore rispetto a quello che ci era stato presentato sei mesi fa». Il capogruppo di An Carlo Fidanza promuove la pollution charge riveduta e corretta rispondendo a diverse delle obiezioni avanzate nei mesi scorsi dai partiti, prima tra tutte il potenziamento dei mezzi. «Abbiamo invitato il sindaco - spiega Fidanza - a valutare formule di abbonamento anche per chi raggiunge ogni giorno la città per lavorare». La sperimentazione del ticket d’ingresso «che ci aiuterà a respirare meglio - afferma invece l’assessore alle Attività produttive di Fi, Tiziana Maiolo - non deve danneggiare nè i cittadini nè i lavoratori autonomi, gli artigiani e i commercianti che utilizzano abitualmente l’auto come strumento di lavoro. Spero quindi che nel periodo natalizio, importantissimo per il commercio e l’economia di tutta la città, questa misura sia sospesa per consentire una maggiore facilità di spostamento a chi compra e chi vende». Sarà anche necessario, aggiunge la Maiolo, «istituire un abbonamento per tutti i residenti, non solo quelli del centro».
«Siamo soddisfatti, è stata accolta la proposta di Forza Italia di esentare anche gli Euro 4 - afferma il capogruppo azzurro Giulio Gallera -. Chiediamo però un ampio confronto sul provvedimento con la città e le associazioni».
Una volta tanto, plaudono anche i Verdi: «Siamo davanti a un fatto storico - afferma il consigliere comunale Enrico Fedreghini - però va applicato all’inglese, non all’italiana: nessuna deroga e abbonamenti limitati ai residenti nella Cerchia». La capogruppo dell’Ulivo Marilena Adamo sostiene invece che «le titubanze nella maggioranza hanno fatto perdere alla città un anno di tempo. È grave poi che manchino completamente politiche di coordinamento con i Comuni dell’hinterland, si potevano prevedere ad esempio incentivi per lasciare l’auto nei parcheggi di corrispondenza».