Aggredita in casa e poi sfigurata con acido muriatico

È rincasata intorno alle 5 dopo aver passato la notte in discoteca. Poi ha chiuso la porta e si è sdraiata sul divano. A questo punto una donna di 52 anni residente a San Giovanni in Marignano (Rimini) è stata aggredita alle spalle, colpita con un corpo contundente e poi, dopo aver perso i sensi, inondata con acido muriatico. Sul caso - per il momento ancora avvolto nel mistero - indagano i carabinieri di Riccione e Cattolica. Dalla casa della vedova - che dopo la morte del marito gestiva un’impresa di autotrasporti - non è sparito nulla. Per questo gli investigatori escludono la pista della rapina, ma non quelle del movente passionale o della possibile vendetta. Al momento dell’aggressione in casa c’era anche il figlio della donna, che però non ha visto nulla. Da parte sua, la vittima non è in grado di fornire una descrizione dell’individuo. Sembra, comunque, che sia entrato nell’abitazione attraverso una finestra. Ora la vedova, della quale ancora non è stato diffuso il nome, è ricoverata all’ospedale Ceccarini di Riccione. Non è in pericolo di vita, ma i medici dovranno appurare eventuali danni cerebrali causati dalla forte botta in testa. La donna presenta anche ustioni sul volto e sulle braccia causate dall’acido e sarà sottoposta a una visita oculistica per scongiurare danni alle cornee.