Aggressione a Chinatown: una vittima e un ferito

Un morto e un ferito, è il bilancio di un'aggressione avvenuta in via Sarpi all'angolo con via Aleardi. I due ragazzi, di origine cinese, sono stati colpiti da coltellate. Il movente sembra essere passionale

Milano - Un uomo di 34 anni è morto e uno di 26 è rimasto ferito in seguito ad un’aggressione avvenuta in via Sarpi all’angolo con via Aleardi, nel quartiere cinese a Milano. Entrambi sono stati colpiti da coltellate. Il ferito è stato trasportato in condizioni gravi all’ospedale Fatebenefratelli. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volanti di Milano.

Forse il movente è passionale
Il cinese che ha aggredito due suoi connazionali, sarebbe, secondo alcuni testimoni, l’ex fidanzato di una delle due donne che si trovavano a tavola con gli aggrediti nella trattoria cinese. L’ipotesi, ancora al vaglio degli investigatori, emerge da alcune testimonianza di cittadini cinesi e dalle ragazze, per quanto ancora sconvolte, compagne del morto e del ferito. È presto ora per dire se il movente è squisitamente passionale o se l’uomo che ha accoltellato i suoi due connazionali aveva altri motivi, tipo l’appartenenza a gang diverse, per accanirsi sui rivali. Tra i cittadini cinesi, infatti, c’è un’intera gamma di soluzioni per questo genere di contese prima di arrivare alla violenza fisica, fatte di scuse ufficiali o di risarcimento in denaro. Comunque sia andata, il responsabile dell’aggressione, grazie alle precise testimonianze delle due ragazze al tavolo, potrebbe essere identificato in tempi brevi.