Agguato a Orgosolo, uccisi due fratelli

Ancora un agguato e sangue a Orgosolo dove, intorno alle 16.30 due
fratelli, Raffaele e Salvatore Mattana, di 46 e 49 anni, entrambi
allevatori, sono stati uccisi in un agguato nelle campagne della
località Lutturei

Orgosolo - Ancora un agguato e sangue a Orgosolo dove, intorno alle 16.30 due fratelli, Raffaele e Salvatore Mattana, di 46 e 49 anni, entrambi allevatori, sono stati uccisi in un agguato nelle campagne della località Lutturei. I sicari, con tutta probabilità due, hanno intercettato le vittime mentre, a bordo di una Fiat Panda, stavano andando a lavoro nel proprio ovile. I killer si sono quindi avvicinati e hanno esploso una fucilata al volto dei Mattana, uccidendoli sul colpo. L’allarme è stato al 113 dato da un uomo che, passando nelle vicinanze, ha notato i corpi esanimi. Sul posto sono giunti i poliziotti del commissariato locale e quelli della Questura di Nuoro.

Uno dei fratelli Mattana, fanno sapere i poliziotti «era attenzionato per l’omicidio di Peppino Marotto» il sindacalista poeta freddato con sei colpi di pistola alla schiena e alle spalle, in pieno centro a Orgosolo, lo scorso 29 dicembre. I fratelli Mattana erano già sfuggiti a diversi agguati.

Si rafforza l’ipotesi di un collegamento tra il duplice omicidio equello di sabato scorso. Le due vittime erano vicini di casa di Peppino Marotto. A questo circostanza si aggiunge il modo efferato in cui sono stati uccisi: alcune fucilate in faccia, quasi a voler "cancellare" i loro volti e questo fa pensare a una vendetta.