Agli Arcimboldi il balletto del Bolscioi

Oggi. Alla Scala, alle 20, la Filarmonica diretta da Bobby McFerrin con a partecipazione del violoncellista Sandro Laffranchini. Al Dal Verme, alle 20, l'arpa di Emmanuel Ceysson dà vita a brani di Scarlatti, Liszt, Fauré.
Domani. In Conservatorio, alle 19,30, il pianista András Schiff interpreta musiche di Bach. In Santa Maria della Passione, alle 21, gli organisti Edoardo Bellotti e Maurizio Salerno, con il soprano Maria Cristina Kiehr eseguono composizioni di Buxtehde.
Mercoledì. Agli Arcimboldi, alle 20,30, si replica il balletto, (la cui prima è andata in scena ieri, 8 maggio) «La fille du Pharaon» con il corpo di Ballo del Teatro Bolscioi di Mosca.
Giovedì. Al Dal Verme alle 18, si svolge il secondo appuntamento di «Musica e Utopia» con Emanuele Ferrari al pianoforte per interpretare musiche di Beethoven sul tema «il gioco degli dèi».
Venerdì. Agli Arcimboldi, alle 20,30 va in scena il balletto «Il limpido ruscello» per la musica di Dmitrij Sostakovich, con il corpo di ballo del Bolscioi.
Sabato. Alla Scala, in balletto, la storia de «La bella addormentata nel bosco» di Ciaikovskij (coreografia di Nureyev) con gli artisti ospiti Svetlana Zakharova e Leonid Sarafanov.
Domenica. Alla Scala, alle 15, fuori abbonamento, si replica «Jenufa» di Janacek, diretta da Lothar Koenigs.