Agli inglesi Capello sembra Babbo Natale

Il Sun: «Non era lui, ma una versione annacquata e timida» E i bookmakers quotano a 4 il fatto che impari la lingua in 2 mesi

C’è chi lo ritiene l’uomo giusto, convinto dei suoi metodi e della sua serietà; c’è chi parla di farsa definendo la scelta «uno spaventoso motivo di imbarazzo»; c’è chi invece con velenosa ironia inventa un vocabolario «Fabio-inglese», sottolineando le lacune linguistiche del tecnico di Pieris, ed evidenzia l’approccio tenero con i giornalisti. Altro che Don Fabio...
Capello lo sapeva bene, come i suoi predecessori avrebbe dovuto pagare dazio alla terribile stampa britannica. Che all’indomani della sua presentazione come nuovo ct dell’Inghilterra, ha alternato reazioni positive a critiche durissime. Il Sun ha scelto l’enfasi, dedicando la prima pagina a Capello con un commento per l’occasione in italiano: «Mi sento sopra la luna». Salvo poi punzecchiarlo per aver nascosto la sua vera personalità nel primo incontro con i giornalisti. «Sembrava Capello e pure la voce era quella di Capello, ma senza dubbio quell’uomo non era Capello - ha scritto il Sun -. Era una versione più annacquata, senza acidità. Altro che il padrino, era una figura timida come Babbo Natale».
Non è passato inosservato il traballante tentativo dell’allenatore friulano di avventurarsi con la nuova lingua: «Una prestazione non certo memorabile, vedi la versione capelliana del termine «honoured» (onorato) trasformato in «honour-red» (rosso onore)». Così il Sun mette a disposizione del tecnico un campionario di frasi, quasi un manuale di sopravvivenza, mentre già si scatenano i bookmakers d’oltremanica secondo i quali (fonte agipronews) quotano a 4 una conferenza stampa di Capello senza l’interprete per il prossimo febbraio, prima uscita della nazionale con la Svizzera.
Polemica l’opinione del Daily Mail, che usa il termine «Iron fist» (pugno di ferro) per sottolineare la reputazione militaresca di Capello, ma che parla di una «presentazione odiosamente antipatica, una farsa che dimostra come l’Inghilterra e la Football Association siano diventate patetiche». Il Daily Telegraph lo ha ribattezzato «Reinaissance Man», l’uomo della rinascita, anche se ha paragonato con sarcasmo il suo atteggiamento a quello di un emerito professore italiano incaricato di «insegnare a una manciata di incolti inglesi». Il Mirror invece ha scelto per la prima pagina una foto di Capello che tiene in mano la maglia della Nazionale e il titolo «Vi renderò orgogliosi di questa».
«Disciplina e ordine sono cruciali, avverte Capello», recita il Guardian che sottolinea come l’italiano più che dei singoli abbia preferito discutere dei princìpi e delle regole che guideranno il suo mandato. Trionfale il Times: «L’arrivo di Fabio Capello in missione per restituire orgoglio ai Tre Leoni». Un invito rivolto ai nazionali inglesi a «lavorare sodo per meritarsi la maglia bianca».