Agnolin non può fare il presidente

Gigi Agnolin non potrà candidarsi per la presidenza dell’Associazione italiana arbitri. L’attuale commissario straordinario dei fischietti, nominato da Guido Rossi con mandato fino al prossimo 31 ottobre e confermato da Luca Pancalli, non è un tesserato Aia e, pur essendo stato uno dei più grandi arbitri italiani, secondo la normativa Coni e lo statuto Figc non ha titolo per poter concorrere alla presidenza del settore arbitrale. E proprio ieri 148 presidenti delle sezioni arbitrali (su 212) hanno firmato un documento e l’hanno inviato a Pancalli chiedendogli di avviare al più presto le procedure per le elezioni del presidente nazionale degli arbitri. Che non potrà essere però Agnolin.