In agosto la bomba «anti musulmana»

La strana bomba anti islamica è stata fatta brillare dagli artificieri, nella notte di domenica 13 agosto, al civico 33 di via Solferino. L’ordigno era posizionato di fronte alla saracinesca del ristorante «Il Sud», noto per i molti clienti extracomunitari. Lì aveva sede anche il centro islamico «il Fondaco dei Mori», chiuso però tre anni fa. La miccia del tubo esplosivo, definito dalla polizia come «artigianale» era già stata spenta, o volontariamente o per la pioggia, prima che intervenissero le forze dell’ordine. Difficile capire le intenzioni degli attentatori e il reale potenziale della bomba. L’unica cosa certa è che per farla brillare ci sono voluti tre tentativi degli specialisti. Breve la rivendicazione, al quotidiano «Libero»: «È iniziata la campagna contro il mondo islamico». Nessuna sigla o indicazione di un movimento.