Agricoltura, la Regione Lombardia aiuta i giovani con 2,2 milioni

Il Pirellone va incontro agli agricoltori con misure anticrisi che superano i due milioni di euro. Le risorse saranno distribuite fra le dieci province della regione

In tempo di crisi, arriva una valanga di contributi per i giovani agricoltori. Per i loro investimenti, perché non siano costretti a chiudere l'attività, perché proseguano a rimpinguare gli allevamenti e a coltivare i campi. La Regione Lombardia concede finanziamenti pari a 2,2 milioni di euro, da distribuire nelle dieci province della regione. «Creare opportunità di lavoro attraverso la valorizzazione dell'imprenditoria giovanile nel settore agricolo - spiega l'assessore lombardo all'Agricoltura Luca Ferrazzi - è per noi un obiettivo fondamentale, in particolar modo in questo difficile periodo economico in cui l'agricoltura, sempre più multifunzionale, dimostra di poter rispondere alla crisi attingendo alle risorse giovanili che si dedicano all'imprenditorialità rurale utilizzando anche strumenti innovativi a tutela del consumatore». Il maggior numero di risorse sarà assegnato alla provincia più agricola della Lombardia: a Brescia infatti andranno 468mila euro. Oltre 450mila euro per la provincia di Sondrio e 340mila euro per Mantova.