Con «Agriexpo» la capitale rilancia il settore agricolo

La prima volta non si scorda mai. Agriexpo, il nuovo appuntamento fieristico rivolto alle imprese agricole e organizzato da Ros, società partecipata da Fiera di Roma e Senaf, sbarcherà, dal 22 al 25 ottobre, nella Capitale che rappresenta il primo comune agricolo d’Italia.
La nuova Fiera di Roma avrà l’onore di ospitare l’esordio della kermesse, dedicata soprattutto agli operatori del Centro e Sud Italia. La manifestazione, presentata ieri nella sede della Camera di Commercio di Roma, nasce con l’obiettivo di supportare e facilitare l’evoluzione delle tante aziende del comparto agricolo in realtà imprenditoriali strutturate e competitive. Massima attenzione insomma alla sfida che si pone al coltivatore moderno di aumentare la redditività dell’impresa mediante il miglioramento dell’efficienza e l’industrializzazione del processo produttivo. «Gli operatori del comparto agro-alimentare del Centro e Sud Italia sono chiamati non solo a ripensare la struttura delle proprie aziende ma anche a identificare quali possano essere i nuovi Paesi con cui instaurare scambi di tipo commerciale - sottolinea Roberto Bosi, presidente di Fiera di Roma - Agriexpo risulta strategica perché inserita nella cornice offerta dal quartiere fieristico di Roma. Una collocazione geografica centrale anche nei confronti del bacino del Mediterraneo». «Nell’area del centro Italia mancava una manifestazione di alto livello dedicata all’agricoltura e Roma è senza dubbio la città ideale per ospitarla» aggiunge Aproniano Tassinari, presidente di Unima (Unione nazionale imprese di meccanizzazione agricola).
Nel corso della presentazione di Agriexpo, è stata illustrata anche una ricerca relativa al 2008 sul comparto «Agricoltura, caccia e relativi servizi» dove Roma ha fatto la parte del leone registrando, in controtendenza rispetto alle altre regioni, una crescita del 3,6% nel numero di aziende operanti nel settore.