Agriturismo, l'altra vacanza che «fattura» oltre un miliardo all'anno

Dall'11 al 13 novembre ad Arezzo Fiere e Congressi la decima edizione di Agri&Tour, il salone dedicato alla vacanza rurale, che ha sfondato ma vanta ancora molti fattori di crescita. Presenti tutte le regioni, 135 espositori in rappresentanza di 450 soggetti e 100 tour operator provenienti da tutto il mondo

È un settore che conta 20mila aziende e che fattura ogni anno oltre un miliardo di euro. Parliamo degli agriturismi, protagonisti ad Arezzo Fiere e Congressi dall'11 al 13 novembre della decima edizione di Agri&Tour, il salone nazionale della vacanza rurale. Come al solito nella città toscana si danno appuntamento gli operatori del settore per incontrare esperti, opinion leader, per potenziare l'offerta e capire dove vanno i mercati del turismo rurale.
Il mondo dell'agriturismo è cresciuto molto negli ultimi anni, con un aumento di aziende tra il 1998 (anno di istituzione della legge che regolamentava questa nuova tipologia) e il 2010 del 137 per cento. E l'italiano si è ormai abituato a considerare le vacanze in agriturismo una valida alternativa ai più tradizionali break nelle città d'arte. Ma molti sono ancora i fattori di crescita di quantità e qualità dei servizi, a partire da un'adeguata distribuzione geografica di queste strutture. Solo il 20,5 per cento delle aziende agrituristiche italiane si trova al Sud, mentre la parte del leone la fanno ancora il Nord (45,1) e il Centro (34,4). Non sorprende quindi il fatto che le regioni con il maggior numero di agriturismi siano la Toscana (4061), il Trentino-Alto Adige (3229) e il Veneto (1222), mentre una regione turisticamente molto attrezzata come la Sicilia ne vanta solo 457.
Di questo e di tanto altro si parlerà ad Agri&Tour, con un fitto calendario di appuntamenti che vanno dagli workshop ai master di aggiornamento passando per gli approfondimenti tematici promossi dalle associazioni di categoria e non solo. E poi fattorie didattiche, convegni, presentazioni di ricerche, seminari, degustazioni, borse turistiche, minimaster e dimostrazioni pratiche per entrare a diretto contatto con il mondo della vita in campagna. Naturalmente il clou del salone sono gli spazi dedicati alle regioni italiane (sono presenti tutte) che presenteranno ciascuna la propria declinazione di di un turismo sostenibile che negli ultimi anni ha creato un vero e proprio volano per la scoperta dei territori rurali e delle loro culture. Saranno presenti 135 espositori diretti in rappresentanza degli oltre 450 tra enti, territori e agriturismi.
Particolare attenzione sarà riservata come al solito ai workshop internazionali, nucleo centrale della manifestazione, con l'incremento della presenza di buyer specializzati provenienti da tutto il mondo ed interessati a scoprire le novità dell'offerta nazionale del settore. Oltre 100 i tour operator accreditati per il 2011 provenienti da tutto il mondo presenti al Salone per scoprire le nuove offerte in Italia del settore. Tra i mercati rappresentati anche la Finlandia, l'Australia, la Francia, la Grecia, la Spagna, l'India e il Giappone.
I principali appuntamenti del salone saranno venerdì 11, dopo l'inaugurazione e la presentazione del tradizionale rapporto Istat sull'agriturismo, il convegno «Le nuove sfide ambientali della Pac: agriturismo, energie rinnovabili e cambiamenti climatici», promosso da Agri&Tour in collaborazione con Wwf Italia e con il contributo dell'Ue. Sabato 12 giornata dedicata alle fattorie didattiche con un convegno alle 10 sul «valore della biodiversità nella multifunzionalità dell'azienda agricola». Infine domenica si terrà la premiazione dei modelli virtuosi dell'agriturismo nell'ambito del concorso nazionale promosso dalla Rete rurale nazionale. Tutti i giorni sarà attivo «Agri&Tour Bimbi», un intero padiglione dedicato alla scoperta della campagna da parte dei più piccoli. Tra le grandi novità Agriener, il salone nel salone delle energie da fonti rinnovabili. Forte la presenza istituzionale del Mipaaf, con la Rete Rurale, che ha in programma numerosi momenti di confronto per il futuro economico dell'agriturismo. E spazio anche a momenti di intrattenimento e presentazione di libri sul mondo della campagna e della ruralità all'interno di Agri&Tour Caffè.
Agri&Tour è patrocinato dal Mipaaf e dall'Enit. Partecipano attivamente le associazioni di categoria, la Regione Toscana, con l'Agenzia Toscana Promozione, la Camera di Commercio e la Provincia di Arezzo, le associazioni delle categorie economiche dell'Agricoltura. Sono media partner di Agri&Tour: Alice - canale 416 di Sky, dedicato alla cucina e all'enogastronomia e Marco Polo, canale 414 di Sky dedicato ai viaggi e al turismo. L'apertura al pubblico è prevista nei giorni di venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 novembre dalle 9.30 alle 19,00. Per informazioni www.agrietour.it.