Aguzzino preso nel centro Scontro su via Sammartini

Il Municipio: «Chiudere la struttura». Ma l'assessore Rozza dice no

Scontro aperto su via Sammartini dopo l'arresto dell'aguzzino. Osman Matammud era arrivato a Milano la sera prima: due ragazze ospiti del centro comunale erano state tra le sue vittime, lo hanno riconosciuto e con l'aiuto di altri migranti lo hanno bloccato. Il 22enne somalo, infatti, era a capo del campo per migranti di Bani Walid, in Libia. E quel posto era «un lager nazista». Il centrodestra va all'attacco sul centro e il municipio ne chiede la chiusura. L'assessore Carmela Rozza invece annuncia che farà partire proprio dal tratto via Sammartini-Martesana la sperimentazione dei nuovi vigili di quartiere e rimarca che, se l'arresto c'è stato, è proprio grazie all'esistenza del centro.