Ahmadinejad a Obama: "Lo sfido a dibattito"

Ahmadinejad vuole incontrare in un dibattito pubblico il presidente
statunitense per parlare di questioni mondiali: "Sono pronto a sedermi a un tavolo con Obama, faccia
a faccia, da uomo a uomo"

Teheran - Una sfida "faccia a faccia". Il presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, vuole incontrare in un dibattito pubblico il presidente statunitense, Barack Obama, per "parlare di questioni mondiali". "A settembre sarò a New York per partecipare all’Assemblea generale delle Nazioni Unite - ha detto Ahmadinejad - sono pronto a sedermi a un tavolo con Obama, faccia a faccia, da uomo a uomo, per parlare liberamente di questioni mondiali davanti ai media per trovare la soluzione migliore".

La sfida di Ahmadinejad "Sono pronto a sedermi insieme a Obama in un faccia a faccia televisivo e a mettere tutti gli argomenti caldi sul tavolo". La proposta provocatoria arriva poco prima dell’attesa ripresa dei colloqui sul nucleare alla fine di agosto. "Alla fine dell’estate - ha detto il leader iraniano - siederemo al tavolo dell’Onu - ha affermato - allora io sarò pronto per un confronto con Obama, naturalmente di fronte ai media". "Daremo al mondo - ha aggiunto - le nostre soluzioni e vedremo quali sono le migliori". Il dibattito, ha proposto Ahmadinejad, potrebbe essere a settembre. Il presidente ha ricordato anche di aver già fatto una simile proposta all’ex numero uno della Casa Bianca, George Bush che non avrebbe accettato "per paura".