Ai cittadini corso Italia piace senza gli ambulanti

Leggo l'articolo circa l'interrogazione del consigliere Gagliardi sul degrado di Corso Italia. L'iniziativa segue la recente l'interrogazione al Sindaco votata dal Consiglio Minicipale del Medio Levante di cui il Vs giornale ha dato notizia.
Leggo altresì la promessa dell'assessore Morgano di intervenire con l'ulteriore affermazione che «il mercatino è molto frequentato. Evidentemente è questo che piace ai cittadini».
Non ci sto!
Ai cittadini piace l'ordine la pulizia, il godersi in pace corso Italia senza dover scansare i vari ambulanti che occupano abusivamente le panchine e la pavimentazione.
La Circoscrizione Medio Levante aveva dato una precisa indicazione sulla collocazione dei banchi ovvero dietro il muraglione di San Giuliano e dietro l'Abbazia. In tale zona il Comune ha dato le concessioni. Gli ambulanti nelle altre zone, salvo prova contraria, sono abusivi.
L'attività commerciale di «qualità» è quella svolta nei negozi ove i commercianti pagano fior di gabelle allo Stato e al Comune e devono essere tutelati dall'Ente locale.
Aspettiamo dunque l'intervento per la riqualificazione ma nel frattempo il dovere del Comune di Genova è prevenire e poi reprimere l'abusivismo.
Non ci sono scusanti.
Consigliere Municipale Medio Levante (Gruppo AN)