Ai cittadini Via al sondaggio: «Che vi aspettate dall’Expo 2015?»

Sette domande sull’Expo 2015 per sapere quanto i cittadini, milanesi e non, conoscono l’evento, ma anche come vorrebbero essere coinvolti e soprattutto su cosa si aspettano dall’esposizione. La prima consultazione civica dell’evento internazionale del 2015, battezzata significativamente «eXponiti», parte dal web e sarà accompagnata da una campagna di affissioni a Milano con il motto «L’Expo 2015 è oggi, tu come la vedi?». «Vogliamo stabilire un primo contatto con i cittadini milanesi - ha spiegato l’amministratore della società di gestione dell’evento, Lucio Stanca - ma anche con tutti coloro che vogliono dare il loro contributo su Expo. Certo l’Expo 2015 ha bisogno di risorse, di infrastrutture, del sito, ma il fattore più importante del suo successo è la partecipazione dei cittadini». Per i prossimi 15 giorni sul sito www.exponiti.com tutti gli internauti potranno indicare quanto sono informati su Expo, se considerano l’evento positivo o negativo per l’Italia e Milano, cosa si aspettano da esso e cosa vorrebbero che lasciasse. I risultati saranno resi noti solo alla chiusura del sondaggio. Questa prima consultazione, cui ne seguiranno altre più specifiche, sarà soltanto in lingua italiana. «Perché questa indagine - ha spiegato Stanca - è stata concepita soprattutto per i milanesi». Stanca ha comunque escluso che questa iniziativa, ideata da Saatchi&Saatchi, possa confliggere con i momenti di coinvolgimento civico organizzati dagli Stati generali promossi dal presidente lombardo .