Ai cristiani testi che insultano Gesù la vita di una donna vale mezzo uomo

Diritti. Chi esprime il proprio dissenso al regime è assoggettabile all’arresto, alla carcerazione, a un processo senza avvocato o a porte chiuse, alla tortura e a condanne crudeli e inumane, alla pena di morte. Quotidiani e periodici vengono chiusi, radio e tv sono impraticabili per chi non esprime un pensiero conforme all’ortodossia. Le femmine di età superiore a 9 anni e i maschi di 15 sono considerati adulti e possono essere condannati a morte.
Religione. L’islam sciita è religione di Stato, ma esistono alcune minoranze, come i cristiani di varie confessioni. Tutte le scuole cattoliche sono state chiuse d’autorità, i giovani cristiani sono costretti a studiare su testi islamici e offensivi verso la religione cristiana.
Donne. L’adulterio è punito con la morte per lapidazione, ma solo per la donna. In caso di omicidio i parenti delle vittime devono essere risarciti, ma se la vittima è una donna il prezzo è la metà. Le donne non hanno diritto a un attività politica e sociale. Non c’è un campo economico o finanziario in cui possano entrare. E per chi viola il codice d’abbigliamento islamico: 100 frustate in pubblico.