Ai figli si potrà dare il cognome della madre

Non ci sarà più l’obbligo del cognome paterno. E neppure quello del doppio cognome come voleva il ministro della Famiglia Rosy Bindi. Alla Commissione Giustizia del Senato è stato dato il primo via libera al ddl che sancisce la libertà di scelta sul cognome da assegnare ai propri figli. La decisione dovrà ora passare il vaglio dell’aula: per il momento è stato deciso che ai genitori spetterà la decisione piena. Cioè il cognome del padre, quello della madre o anche entrambi. Se papà e mamma non si mettono d’accordo varrà l’ordine alfabetico. Nel ddl viene anche eliminata la differenza tra figli «legittimi» e «naturali»: resterà nel codice civile solo «figlio nato nel matrimonio».