Ai ladri piacciono i furti ai vip Nel mirino anche Gerry Scotti

Tentato furto l’altra sera nella nuova casa di Gerry Scotti, talmente nuova che è ancora in fase di ristrutturazione e quindi vuota e disabitata. I ladri, 4 sudamericani intercettati nell’androne dello stabile da un condomino, non erano comunque neppure riusciti a forzare l’ingresso, trovato pieno di ammaccature ma intatto. Si allunga così la lista dei «vip» vittime di assalti in casa, qualche volta con esiti drammatici, capitò a Milva e Vanoni, sorprese a letto dai banditi.
Per il popolare Virginio, questo è il vero nome del presentatore, comunque nessuna sorpresa e nessun danno in quanto l’appartamento al settimo piano di via de Amicis, è ancora vuoto. La casa infatti è appena stata acquistata e sono ancora in corso i lavori di risistemazione, in attesa del trasloco. Quindi del tutto priva di mobili, quadri, arredi, soldi, gioielli e qualsiasi altro oggetto di valore.
L’allarme è stato lanciato l’altra sera verso le 23 dopo che il domestico cileno di un inquilino ha incrociato quattro sconosciuti nell’androne. L’uomo, 55 anni, ha chiesto cosa stessero cercando e i banditi, anche loro sudamericani, hanno genericamente farfugliato come uno di loro avesse perso il cellulare. Scusa assai poco credibile tanto che, rientrato in casa, ha avvertito il datore di lavoro e insieme hanno fatto il giro dello stabile per capire se i quattro avessero colpito qualche condomino. E in effetti al settimo piano, hanno scoperto vistose ammaccature alla porta d’ingresso di casa Scotti, che comunque aveva resistito all’assalto.
Scotti si aggiunge al lungo elenco di personaggi celebri, i cosiddetti «vip» ovvero «very important people», in cui troviamo Milva sorpresa nella sua abitazione in porta Venezia la sera del 28 ottobre 2007 da tre banditi. La cantante, minacciata e malmenata, consegnò soldi e gioielli per 70mila euro. Il 26 novembre Ornella Vanoni fu salvata dalla domestica che, accortasi dell’incursione, si chiuse in camera, chiamò il 113 e quindi urlò a squarciagola mettendo in fuga i malviventi. E sempre per rimanere nel mondo dello spettacolo, Cataldo Bagaglio, in arte Aldo, 52 anni, del famoso trio «Aldo, Giovanni e Giacomo», l’8 luglio 2010 fu derubato degli effetti personali lasciati in un camper posteggiato in via Sebenico durante le riprese del film «La banda dei Babbi Natale». Il 20 ottobre 2010 venne visitata la casa in zona Vittor Pisani di Simona Ventura, mentre il 31 dicembre fu razziato l’appartamento di via Moscova di Roberto Vecchioni. Il cantautore già nel 1997 era rimasto vittima di un’incursione, non dei ladri però bensì di un gruppetto di ragazzini che si erano imbucati alla festa per i 14 anni della figlia Carolina. I vandali, qualche decina di adolescenti delle migliori famiglie milanesi, si gettarono sul buffet, sulla dispensa e sul bar e, dopo aver finito le provviste e bevande, devastarono l’appartamento portandosi via ogni cosa di valore.
Subito dopo Natale 2010, al rientro dalle vacanze, la brutta sorpresa capitò invece a tre notissimi calciatori: l’ex interista Samuele Eto’o, il neroazzurro Wesley Sneijder e l’ex milanista Kakhaber Kaladze. Ultima vittima illustre dei topi d’appartamento, solo dieci giorni fa, il noto architetto e designer Italo Rota. Il colpo è statao portato a termine nel loft di viale Corsica la sera del 7 ottobre tra le 18.30, uscita della fidatissima colf, e le 23.30, rientro del proprietario. Ingente, ma ancora da quantificare, il bottino tra gioielli e orologi antichi, due statue, monete d'oro, monili e ciondoli etnici tra cui un bracciale Tuareg.