Ai milanesi il record di tempo davanti alla tv

Informazione sempre più presente nella vita degli italiani, anche in estate. Televisione, radio e internet i mezzi più «accesi». Ogni giorno, mediamente, quasi 3 ore per la tv e due ore e 8 minuti per radio e internet.
Questo il quadro che emerge da un sondaggio realizzato dalla Camera di commercio di Milano. Il 27,6% di chi utilizza la rete, lo fa per approfondire tematiche di proprio interesse e più di uno su cinque (22,2%) per leggere i siti dei giornali on line. Il 18,3% partecipa a social network e l’11,5% utilizza il web per ricevere aggiornamenti dai siti di proprio interesse (newsletter). Il 7,3% scarica programmi e film gratuitamente mentre uno su venti guarda i siti delle televisioni con filmati.
Sono proprio i milanesi a passare più tempo della media italiana davanti alla tv o sentendo la radio (rispettivamente quasi 3 ore e mezza e circa 2 ore e mezza). I romani, invece, superano l’ora al giorno al cellulare. E i napoletani battono tutti per uso di internet (2 ore e 25 minuti). Tuttavia, sono i milanesi quelli che scaricano di più gratuitamente programmi e film (9,1% di chi utilizza il web per informarsi rispetto a una media italiana del 7,3%), guardano le web tv con filmati (4,8% rispetto al 3,4%) e i siti stranieri del proprio Paese di origine (2,4%, rispetto all’1,3%); mentre i romani consultano di più i siti dei giornali on line (24,5% contro una media del 22,2%) e ricevono newsletter (14,8% contro 11,5%).
«I dati rivelano in generale - ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano - un buon rapporto tra i mezzi di comunicazione e gli italiani. Di certo la televisione resta lo strumento più familiare e intuitivo, il mezzo preferito per informarsi e intrattenersi. Per questo come Camera di commercio abbiamo realizzato una web tv dedicata ai temi degli imprenditori - www.youimpresa.it -, uno strumento utile e innovativo per rendere sempre più vicine le istituzioni alle imprese».