Ai mondiali Cassina ko Niente finale

da Aarhus

L'ha tradito proprio l'esercizio che porta il suo nome: Igor Cassina, campione olimpico in carica, non è riuscito a qualificarsi per la finale alla sbarra dei Mondiali iniziati ieri ad Aarhus. Cassina, l’uomo di punta della nostra nazionale dopo l’addio alle competizioni di Yuri Chechi, è caduto ed è rimasto a terra finchè due tecnici non lo hanno aiutato a ripartire e a terminare l'esercizio, finendo con un punteggio di 13.500 che ha almeno permesso all'Italia di rimanere in corsa nella gara a squadre. Cassina era già caduto mercoledì durante l’allenamento: il tecnico Maurizio Allievi aveva spiegato che la sua rotazione era rischiosa (era stato inserito un Kovacs in più) e infatti, nella caduta, Igor aveva rimediato una bella botta anche se senza conseguenze.