Ai «raggi x» Gallino, Colletta, S.Paolo e Imperia

Nuovi controlli stamani negli ospedali liguri. Dopo le ispezioni di lunedì (al San Martino, al Galliera di Genova dove è stato trovato tutto in ordine e al Sant'Andrea della Spezia), i carabinieri del Nas, su mandato del ministro della Salute Livia Turco, hanno proseguito gli accertamenti anche in altri tre ospedali.
Ispezioni sono state eseguite a Genova - oltre che nell’azienda ospedaliera Villa Scassi - anche nel quartiere di Sampierdarena e all'ospedale Gallino a Pontedecimo, e nel comune di Arenzano all'ospedale La Colletta. Un rapido controllo nelle prime ore della mattina di ieri è stato effettuato anche al nosocomio genovese San Carlo di Voltri, che però era già stato ispezionato dallo staff della Asl tra domenica e lunedì, così come il Celesia di Rivarolo e l'ospedale di Recco. Secondo quanto si è appreso, dai controlli eseguiti lunedì non sono emerse carenze igienico-strutturali, ma solo qualche intervento di manutenzione da eseguire. I Nas hanno visitato anche l’ospedale San Paolo di Savona: i militari hanno compiuto un sopralluogo durato cinque ore, dalle 7 alle 12, in diversi reparti della cittadella sanitaria del quartiere di Valloria. iNfine hanno promosso l'ospedale di Imperia al termine di un sopralluogo che non ha fatto registrare particolari rilevazioni per quanto riguarda il discorso igiene. Soltanto piccole osservazioni di tipo strutturale, relative a un'area dell'edificio ancora da ristrutturare, all'interno della quale sono state rilevate alcune crepe e inconvenienti legati alla tinteggiatura.