Ail, un meeting per conoscere il linfoma

In occasione della Giornata mondiale per la conoscenza del linfoma, l’Ail (Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma) ha organizzato per domani il meeting medico scientifico dal titolo «Il paziente al centro». L’incontro, che si terrà presso la sala Medici della residenza di Ripetta, sarà l’occasione per un aperto tu per tu con il professor Franco Mandelli, presidente dell’Ail e la dottoressa Melania Rizzoli, vicepresidente e autrice del volume Perché proprio a me? Come ho vinto la mia battaglia per la vita.
L’Ail vuole far conoscere a tutti la natura dei linfomi e l’importanza della prevenzione di molte malattie. Impressionati i dati a disposizione dell’associazione: oltre un milione di persone nel mondo convivono con un linfoma, con circa 16mila nuove diagnosi all’anno, quasi 50 al giorno. Ma grandi anche gli avanzamenti terapeutici, che hanno di molto accresciuto le guarigioni.
L’Ail ha organizzato anche, il prossimo 18 settembre, grazie al sostegno di Roche, un seminario interattivo tra medici, pazienti e le famiglie di questi ultimi. L’obiettivo è consentire ai pazienti di ricevere aggiornate informazioni scientifiche sulla propria malattia e di migliorare la qualità della vita, facilitando la comunicazione interpersonale e lo scambio di informazioni ed esperienze. L’incontro si svolgerà presso l’aula magna dell’università degli studi La Sapienza, dove interverranno ben 18 relatori chiamati direttamente dal policlinico universitario campus biomedico, dall’Ifo ospedale San Raffaele, dall’ospedale San Giovanni, dal Policlinico di Tor Vergata, dal Sant’Andrea, dal Sa. Eugenio, dal dipartimento di biotecnologie cellulari ed ematologia dell’università La Sapienza.