Airbus batte Boeing: 1.005 ordini contro 1.002

da Milano

Airbus batte Boeing con 1.055 ordini netti contro 1.002. Un numero record per entrambe le società aeronautiche, che nel 2005 hanno superato i loro precedenti primati datati 1988 per la casa americana (877 ordini) e 1998 per quella europea (697). Il presidente e ad di Airbus, Gustav Humbert, ha annunciato ieri anche il record di fatturato (22,3 miliardi di euro, contro 20,5 del 2005) e di consegne (378, 30% in più di Boeing). Per il quinto anno consecutivo Airbus ha battuto Boeing in termini di prenotazioni, per il terzo anno nelle consegne. Gli ultimi dati parziali di entrambe le società si discostano con rilievo dai dati definitivi - ha spiegato Humbert - perché un’alta percentuale di ordini viene formalizzata alla fine dell’esercizio; un ordine, per essere considerato tale, è un contratto firmato, per il quale sono fissati termini di consegna, condizioni di pagamento e già versati gli acconti.
«Siamo lieti - ha sottolineato Humbert - di aver mantenuto ancora una volta il primato nella quota di mercato. Ancora più importante è che continuiamo ad aumentare il nostro rendimento, basandoci su una produzione mai vista prima che ci assicura lavoro per i prossimi 4-5 anni ad altissimi livelli di produzione».
Per Boeing si tratta di una sconfitta nel confronto numerico della produzione, ma se si passa a un’analisi dei valori, la bilancia pesa tuttora di più Oltreatlantico. Se in termini di mercato Airbus detiene il 51% contro il 49% di Boeing, le parti si ribaltano in termini di futuri ricavi, dove la quota di Airbus scende al 45%. E c’è la spiegazione. Secondo un’analisi di Bank of America Securities firmata da Nick Fothergill, solo il 17% degli ordini ricevuti da Airbus riguarda velivoli a fusoliera larga, percentuale che sale al 44% per Boeing. Si tratta degli aerei intercontinentali, di costo più elevato e spesso anche di margini più alti, visto che gli aerei più piccoli vengono acquistati soprattutto dalle compagnie low cost che, in virtù dei loro ordini massicci, sono in grado di erodere i margini all’osso. Humbert ha ammesso che le vendite del quadrimotore A340 non sono soddisfacenti, e che sono allo studio azioni per rilanciarlo. Grande successo, invece, per la famiglia dell’A320 (150 passeggeri) che batte nettamente il rivale B737.