Per aiutare Davide 42 squadre in campo

Due mesi di partite, 42 squadre iscritte, 36 formazioni maschili e 6 femminili, due interi quartieri, Pontedecimo e San Quirico, mobilitati. Questi i numeri del torneo benefico di calcetto organizzato per Davide, un ragazzo genovese di soli 23 anni affetto da leucemia linfoblastica acuta, un ragazzo che ha urgente bisogno di cure molto costose per poter continuare a sperare in un futuro. La sua brutta avventura ha inizio lo scorso 25 settembre quando, ricoverato d'urgenza al San Martino, fa conoscenza con la gravissima malattia che origina nel midollo emopoietico. Uscito dalla fase di pericolo, in seguito ad oltre due mesi di cure, il 23 dicembre arriva la remissione completa del tumore. Ma, qualche giorno dopo, un'altra doccia fredda: il tumore non è ancora stato debellato. Occorrono altri cicli di chemioterapia. Ora Davide è tornato a casa e, ogni giorno, si reca al padiglione 5 del San Martino per effettuare controlli ematologici e per sottoporsi ad eventuali terapie o trasfusioni. I farmaci specifici che gli consentano di rimettere in sesto parte di quel fisico danneggiato dalla chemio sono però molto costosi ed è per questo che Davide necessita dell'aiuto di tutti. Gli amici hanno messo in piedi un grande torneo (dal 23 aprile al 28 giugno presso il campetto «Carlo Garrone» di San Quirico) e raccolto così una cospicua somma. Ma non basta ancora: chiunque volesse sostenere Davide nella sua battaglia può farlo sul conto corrente n. 2253902 della Banca Popolare Italiana (ABI 05164 CAB 01404 CIN M) intestato a «Pro Davide». Perché quel ragazzo di 23 anni ha ancora voglia di lottare.