Aiuti dall’Europa dopo i tagli nell’impianto belga

La Commissione Ue non esclude di applicare al Belgio, per la vicenda Volkswagen, il Fondo di adeguamento alla globalizzazione proposto dal presidente José Manuel Barroso. Lo ha affermato Vladimir Spidla, commissario europeo per l’Occupazione. Lo stesso esecutivo europeo aveva proposto l’istituzione di questo fondo in marzo per fornire un sostegno circoscritto nel tempo allo scopo di aiutare i lavoratori licenziati a causa di delocalizzazioni, per esempio attraverso indennita salariali e prestazioni di riqualificazione. Il caso dello stabilimento Volkswagen in Belgio sarebbe il primo di impiego concreto del nuovo strumento.