Aiuto ai disoccupati Utili detassati ai neo imprenditori

Il prossimo intervento governativo per fronteggiare la crisi è stato già delineato dal presidente del Consiglio Berlusconi al termine del G8 sul Welfare. Spingere giovani, disoccupati e tutti coloro che hanno difficoltà a inserirsi nel mondo del lavoro come dipendenti a creare da soli una nuova impresa. L’obiettivo è la totale (o parziale) detassazione del reddito d’impresa nei suoi primi tre anni di attività. Al posto di Ires e Irap dovrebbe essere introdotta una tassazione sostitutiva agevolata in modo da premiare chi, colpito dalla crisi, è riuscito a «inventarsi» un’impresa. In cantiere ci sarebbe anche un rifinanziamento degli strumenti agevolativi per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego gestiti da Invitalia. A quest’ultimo scopo potrebbero entrare in gioco 630 milioni destinati al Programma nazionale ricerca e competitività.