Alan Rizzi: porterò agli Arcimboldi il teatro dei detenuti

Il teatro oltre le sbarre, per dimostrare che anche un gruppo di detenuti, con l’impegno, la dedizione e le proprie energie, può mettere in scena un grande spettacolo degno di uno dei maggiori palcoscenici italiani. È con questo spirito che Comune di Milano e Regione Lombardia - grazie alla collaborazione del Provveditorato regionale per l’Amministrazione dei penitenziari e il Tribunale di sorveglianza di Milano - hanno raggiunto l’obiettivo di portare per la prima volta fuori dal carcere di Opera, per una serata speciale nel prestigioso palco degli Arcimboldi, il musical «La Luna sulla Capitale», realizzato da una ventina detenuti del circuito alta sicurezza (stasera, ore 21, via dell’Innovazione, info: www.consorzioexit.it). Per i detenuti è la realizzazione di un sogno. Per il consorzio di cooperative Ex.it, che ha curato lo spettacolo e che da anni è impegnato nel reinserimento sociale in contesti di disagio e problematicità, è l’occasione per mostrare al grande pubblico il risultato dei propri sforzi e del proprio lavoro. «È un’iniziativa che ho fortemente voluto e sostenuto», ha sottolineato l’assessore allo Sport e Tempo Libero Alan Rizzi. «Ho visto lo spettacolo per la prima volta lo scorso febbraio, all’interno del laboratorio teatrale del carcere, e sono rimasto incantato dalla bravura di questi ragazzi, dalla messa in scena, dalle musiche, dalle scenografie. Mi è sembrato uno spettacolo troppo bello e curato perché il grande pubblico non lo vedesse. Così mi sono messo al lavoro e ho fatto il possibile affinché il musical, e i suoi attori speciali, uscissero da Opera. E finalmente ci sono riuscito». Quello di febbraio non è stato il primo spettacolo aperto al pubblico che si è svolto all’interno del carcere di Opera. Già nel 2010, i detenuti avevano portato in scena il musical «I 10 mondi», che riscosse molto successo e servì per raccogliere fondi destinati alla ricostruzione del campetto di calcio della scuola elementare di San Demetrio in provincia dell’Aquila, distrutto dal terremoto. Questa volta, l’incasso del musical La luna sulla capitale, diretto da Isabella Biffi – e metafora di un lungo percorso di formazione compiuto da un giovane spazzacamino, orfano di madre, verso una maturità piena e consapevole - sarà in parte devoluto all’associazione «Hope for children» che aiuta i bambini in Cambogia, e in parte sarà utilizzato per rifinanziare il laboratorio.