Alassio cerca un autore per l’Europa

Eliana Biagini

Il prestigioso riconoscimento letterario «Alassio 100 libri - Un autore per l'Europa», giunto ormai alla dodicesima edizione, dedicato ai narratori italiani, organizzato dalla Biblioteca civica «R. Deaglio» di Alassio, per iniziativa dell'Assessorato al Turismo del Comune, ha preso il via martedì scorso nell'Auditorium della biblioteca, con la presentazione al pubblico da parte del professor Gallea degli autori finalisti, precedentemente selezionati da una giuria tecnica, formata da docenti delle migliori atenei europei, presieduta dal professor Giovanni Bogliolo.
Si concluderà il 2 settembre con un ospite d’eccezione: ha assicurato infatti la sua partecipazione il presentatore Gerry Scotti, che assegnerà il Premio all'autore del libro vincitore, di cui saranno letti alcuni brani dall'attrice Vanessa Gravina.
I libri selezionati sono considerati alcuni delle migliori produzioni narrativo-letterarie dell'ultimo anno.
Gli altri libri saranno presentati in serate successive. Il 24 verrà illustrato dallo scrittore Bruno Arpaia «Il passato davanti a noi» (edit.Guanda), ambientato negli anni '70, in un paese alla periferia di Napoli, dove alcuni ragazzi, che vivono l'ultima stagione degli ideali e delle lotte politiche, minacciata dalla criminalità organizzata incombente, coniugano all'impegno sociale le proprie storie personali, concludono le loro esperienze con il fallimento degli ideali per cui avevano lottato. Ad alcuni di questi, che nel privato non hanno trovato il giusto spazio, rimane solo il confronto con la militanza armata passata.
Il 25 Silvana Grasso presenterà «Disio» (edit. Rizzoli) che contemporaneamente rappresenta un'immersione nell'universo mitologico della Sicilia e un romanzo di feroce denuncia civile.
Il 9 agosto con «La vedova scalza» (Adelphi) di Salvatore Niffoi, l'autore di «La leggenda di Redenta Tiria», narra la storia di un amore che vive al di là della morte e di una feroce vendetta.
L'ultimo finalista, Tullio Avoledo con «Tre sono le cose misteriose"» (Einaudi), presenta, il giorno 11, un romanzo giudiziario atipico in cui la parte processuale rimane in ombra, ma non la parte preparatoria, con la sua carica di tensione.