Alba a Sorrento




Al freddo stretto i limoni movevano la luna
\[d’alba
prossima ad esalare scialba nel cielo
\[dei portoni.
Sulla finestra a grate, tra i rami d’arancio
portava il vento uno slancio di polle rosate:
i gerani smorti dal gelo trepidavano d’aria
sotto l’arcata solitaria illuminata dal cielo.

Ai monti pallidi d’ali sorgevano voci remote,
per strada le ruote dei primi carri, i fanali
tenui nel vetro dell’aria, trasparenza del verde
fresco delle persiane; lungo i cancelli
il sole era un caldo cane addormentato
\[tra i monelli.
Alfonso Gatto, Tutte le poesie, Mondadori