Albania, l’opposizione di Berisha in testa

I risultati solo oggi. Accuse di brogli. Osservatore ucciso a colpi di pistola

da Tirana

L’opposizione democratica guidata dall’ex presidente Sali Berisha sarebbe in testa alle politiche albanesi, secondo i primi exit poll. Le proiezioni diffuse dalla televisione privata Tv Klan danno per vincente in 11 circoscrizioni elettorali il Partito democratico, mentre il partito socialista del premier uscente Fatos Nano se ne è assicurate solo 4. Le circoscrizioni elettorali sono cento.
Le urne sono rimaste aperte, in alcuni seggi elettorali, ben oltre le 19, orario previsto di chiusura. Ma sono state già avanzate denunce di brogli e irregolarità, soprattutto nelle zone rurali, dove, secondo Pjerin Marku, un osservatore locale, si è votato senza presentare il documento di identità, e ci sono stati anche casi di voti multipli e di voti in gruppo.
Non è mancato un grave incidente: un osservatore di un seggio elettorale di Tirana è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da un gruppo di uomini. La portavoce della polizia, Alma Katragjini, ha detto che il commissario non è in pericolo di vita, ma non ha fornito particolari sull’attacco.
In attesa dei risultati definitivi, che saranno resi noti oggi, il dato più rilevante è l’apparente aumento dell’affluenza alle urne.
Gli aventi diritto al voto erano 2,8 milioni di albanesi, che dovevano scegliere tra 140 deputati fra 1.253 candidati di 27 partiti e coalizioni. Dopo la caduta del regime comunista nel 1990 tutte le elezioni albanesi sono state viziate da brogli. Ieri circa 6.400 poliziotti hanno sorvegliato i 4.700 seggi e successivamente il trasporto delle urne alla fine del voto.
Secondo i sondaggi della vigilia il Partito democratico di Berisha dovrebbe ottenere il 35% dei voti, i socialisti appena un punto di meno.
Verosimilmente nessuno dei due grandi partiti riuscirà ad ottenere la maggioranza assoluta. In questo caso potrebbe fare da ago della bilancia l’ex premier Ilir Meta del Movimento di integrazione socialista (Lsi) che secondo i sondaggi dovrebbe ottenere circa il 10 per cento dei voti.