Albaro Esibizionista fantasioso in piscina

Brutta avventura per un’inserviente che lavora alle piscine di Albaro, vittima delle «attenzioni» di un esibizionista. Alla richiesta di aiuto è accorsa la polizia e la squallida vicenda si è conclusa con una denuncia per atti osceni.
Protagonista è un giovane di ventotto anni che l’altro pomeriggio alle 18.30, in accappatoio e cuffia, si è avvicinato alla donna a bordo vasca con la scusa di chiedere alcune informazioni. L’inserviente si è voltata e qui lo scenario inaspettato e la sgradevole sorpresa: il telo dell’accappatoio era aperto e l’uomo non indossava nulla. In evidente stato di eccitazione, l’esibizionista ha rincarato la dose chiedendo esplicitamente alla malcapitata di intrattenersi con lui. Pronta e prevedibile reazione: la donna è corsa dagli altri colleghi, che hanno chiamato la polizia. Gli agenti di una volante hanno denunciato il ventottenne, genovese, per atti osceni.