Albenga nel mito di Napoleone

La città di Albenga vivrà i prossimi cinque giorni all’insegna del mito napoleonico. Il modo migliore per celebrare la sua iscrizione alla Federazione europea delle Città Napoleoniche, avendo ospitato, tra il 1794 e il 1796 lo stato maggiore dell’armata francese.
Sono in tutto 52 i comuni associati alla Federazione (nel Savonese Altare, Balestrino, Boissano, Borghetto Santo Spirito, Cairo Montenotte, Cengio, Cosseria, Dego, Millesimo, Pontinvrea, Savona e Zuccarello), tutti impegnati in un progetto corale per favorire il dialogo e lo scambio tra realtà storico culturali e sviluppare attività di promozione del territorio culturale con scambi turistici, scolastici ed universitari.
Così, con la collaborazione della Provincia, il Comune di Albenga ha organizzato una serie di eventi dedicati al mito di Napoleone Bonaparte, eventi che culmineranno martedì 7 dicembre nella conferenza internazionale dal titolo «Albenga nel mito napoleonico».
Si partirà oggi a Palazzo Oddo (dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18) con lo speciale annullo filatelico. Nella stessa sede, domani alle 10.30, inaugurazione della mostra di libri antichi napoleonici a cura del Giardino Letterario Delfino. Altra mostra, alle 17: è quella del Catasto napoleonico di Balestrino. In serata, alle 21, si svolgerà la performance teatrale «Napoleone a teatro». Le uniformi napoleoniche saranno le protagoniste della mostra che si aprirà lunedì alle 17, come pure quella di fumetti «Coup de Crayon à l’Empire».
Martedì 7, la conferenza dalle 9 alle 17, mentre mercoledì 8 alle 11, presso il Fortino seicentesco di piazza Europa, sarà inaugurato il plastico Rassegna truppe del generale Massena e Napoleone con annessa una mostra di giochi napoleonici.