Alberi caduti in centro e grandine in campagna

Elena Gaiardoni

Episodi di sofferenza della città a causa del maltempo. Un albero è caduto in un giardino condominiale del centro d Milano, all'altezza di via Bellezza, per fortuna senza colpire nessuno e niente. I vigili del fuoco hanno lavorato molto ieri sia nelle zone centrali che in quelle periferiche della città. Sono intervenuti a Melzo, dove si sono spezzati alberi tra viale Svezia e viale Norvegia a causa di un forte vento e delle violente precipitazioni, che hanno riguardato soprattutto l'hinterland tra Milano e Brescia.

Anche la Brianza è stata colpita da scrosci di pioggia più forti del normale. La situazione per ora è sotto controllo, come sotto continuo monitoraggio è il livello dei fiumi Seveso e Lambro. Preoccupa la quantità di fulmini che si sono abbattuti soprattutto sulle campagne, dove, secondo la Coldiretti, i danni sono stati ingenti a causa della grandine. Si è già stimata una perdita complessiva di 14 miliardi di euro per l'agricoltura italiana. Devastati in particolar modo cereali e frutta.

E' un giugno anomalo, dal volto imbronciato di primavera burrascosa più che messaggero dell'estate ormai alle porte. Il caldo e il sole di mercoledì avevano fatto credere nell'arrivo della bella stagione, ma secondo le previsioni il fine settimana tornerà ad essere black, nero. Quello che preoccupa i meteorologi è il repentino passaggio da giorni secchi a delle vere e proprie alluvioni. Il tempo si muove per estremi, questo è il cambiamento più evidente: acquazzoni e trombe d'aria tropicali. Molte zone fuori Milano sono state bloccate da disagi del traffico per l'allagamento delle strade. Il tempo scoppia a macchie di leopardo: diluvia nella zona sud della città, mentre nella nord il cielo rimane sereno. Molti milanesi intanto sono già partiti per le ferie.