"Albero & farfalle" di Nagasawa in mostra

La GalleriA Spiralearte di Corso Venezia 29 mostra al pubblico per gli ultimi giorni, ossia fino al 18 gennaio compreso, la mostra personale di Hidetoshi Nagasawa. L’artista orientale presenta una nuova opera in marmo, una scultura Zendal nome poetico Albero & farfalle, studiata e realizzata dall'artista appositamente per questo spazio milanese, accompagnata da una selezione di quindici opere su carta. E' dalla mostra pubblica dei 2002 al Palazzo delle Stelline che l'artista giapponese, nato nel 1940, non espone una personale nel capoluogo lombardo, dove vive dagli anni Sessanta. Si tratta di una grande stele in marmo di Carrara, alta oltre 2,30 m pesante oltre 700 kg, che incanta e stupisce per l'incredibile senso di equilibrio pressochè ímpossíbíle e per la sua apparente leggerezza. Il lavoro di Nagasawa è strettamente legato alla filosofia orientale e le sue opere sono sempre molto evocative con un forte valore simbolico e lirico; in loro l'artista fonde le eredità spirituali dell'Oriente e quelle dell'Occidente. «Albero di farfalle» fa parte del ciclo delle sculture anti-gravitazionali, un ciclo di opere che l'artista propone da molti anni rinnovando ogni volta la sorpresa, infatti con queste opere Nagasawa rende visibili forze invisibili, cercando la forza dell'equilibrio e un contatto diretto con le cose, con il loro «interiore». Nel corso di trent'anni, infatti, il suo lavoro è cambiato si è trasfomato, ma ha seguito una sua coerente e naturale evoluzione. Le opere di Nagasawa, siano esse in marmo o in carta, danno corpo all'ombra e sono il corpo dell'ombra, nascono e si collocano nello spazio Zen dei «Má», «1a soglia», un luogo fisico e mentale dove si concentrano tutte le energie. Possiamo dire che le sue opere sono come gli Háíku poetico-filosofici dove c'è estrema concisione, semplicità, essenzialità e «condensazione» di pensiero che stimola l'immaginazione e la mente. Lo si può intuire dalle affascinanti opere in carta esposte nella mostra, delle vere e proprie sculture che racchiudono la sapienza orientale degli origami coniugata con l'arte contemporanea. Le composizioni realizzate su carta con rame e ossidi invece, rievocano il fascino delle sue installazioni ambientali nei volumi e nelle forme. Nagasawa ha recentemente installato un'opera al parco-museo della Villa Medicea La Magia a Quarrata, mentre nel corso dei prossimo anno, a partire dal mese di luglio, sarà impegnato con una serie di sei mostre nei principali Musei dei Giappone: il Museum of Modern Art di Saitama e di Kawagoe, il National Museum of Art di Osaka, il Museum of Modern Art di Kamakura e di Hayama e il Nagasaki Prefectural Art Museum.