Albero genealogico tatuato sulle spalle

Il 47enne gallese Mike Holpin non si accontenta di essere il padre di 20 figli: si è anche fatto tatuare sulla schiena l’albero genealogico di famiglia. L’uomo, che ha avuto 16 figli con quattro donne (gli altri quattro sono nati da precedenti relazioni delle compagne), è diventato padre per la prima volta quando aveva 17 anni. Il 47enne si è fatto disegnare il primo tatuaggio nel 1997. Ora l’albero genealogico copre quasi tutta la schiena di Holpin, che vuole avere altri figli dall’ultima compagna, Petrina. Holpin ha un passato da alcolista e problemi di epilessia e vive solo con 9 figli in un appartamento assegnatogli dal comune. Molti tra gli altri eredi non hanno da tempo rapporti con il padre. È stata la fotografa Betina Skovbro che lo ha aiutato a ritrovare tutti i suoi figli, immortalando con i suoi scatti il «patriarca» del Galles con i discendenti. Le immagini saranno protagoniste della mostra «Mamma diceva che eri morto», che si terrà dall’11 al 29 settembre a Cardiff.