Albert Camus straniero in casa sua In Algeria non lo vogliono celebrare

Celebrato in Francia, il cinquantenario della morte di Albert Camus è un flop in Algeria, sua terra natale, dove circola un appello che invita gli intellettuali «anticolonialisti» a boicottare l’anniversario dell’autore de «Lo straniero». Gli omaggi al premio Nobel, nato nel 1913 vicino ad Annaba, sono rari e dividono, come rivela «Le Monde». Sotto accusa il silenzio di Camus durante la guerra d’indipendenza algerina. Secondo l’appello, festeggiare Camus equivale a «una riabilitazione del tema dell’Algeria francese».