Albertini e Veronesi fanno gli indiani

Divisi dai colori politici, uniti dal piacere di gustare sapori indiani nel centro della loro Milano. Gabriele Albertini, predecessore di Letizia Moratti alla guida di Palazzo Marino e oggi europarlamentare Pdl, e Umberto Veronesi, già ministro della Salute nel governo Amato e oggi senatore Pd, sono stati recentemente «avvistati» al ristorante indiano «Tara» di Milano, dove il celebre oncologo predilige sempre, probabilmente per deformazione professionale, menù sani all’insegna di piatti di pesce e verdure. A poca distanza, nel centro del quartiere Brera, un altro ristorante - questo invece feudo della cucina tipica toscana - sta ultimamente facendo incetta di vip: è la trattoria «Torre di Pisa», dove sono passati recentemente il principe Felipe, erede al trono di Spagna (che ha gustato una fiorentina), il patron del Fernet, conte Niccolò Branca, il vicepresidente del Milan Adriano Galliani, il conte Marco Merati Foscarini, Forattini, il conte Gaddo della Gherardesca e Marco Tronchetti Provera.